A Un Re Caduto

E pur mostrando un portamento austero,
or solo tanto fragile ti vedo,
sol ora appari nudo, rotto, vero;

ché male non ce n’è, è dolore, credo,
che spesso ci trascina via dal bene,
è a questa verità che alfine cedo.

Il sangue tuo mi scorre nelle vene,
un dì vedrai le strade ancora piene.