“Oberdan si lamentava” di Francesco Berni: recensione

Quanto assomigliamo a Oberdan? Senza dubbio possiamo identificarci in questo giovane oste, nelle sue innumerevoli frammentazioni, nei suoi dilemmi interiori, che viviamo, che abbiamo vissuto, che vivremo, si spera, con sempre meno intensità. Oberdan ha appena cominciato un cammino che non si preannuncia facile: brama da un lato una vita tranquilla, una stabilità economica e familiare, uno stile di vita piccolo-borghese che forse lo annoierebbe dopo pochi giorni, dall’altro combatte per la sua osteria, una vera ragione di vita per lui, un’autentica ossessione. Ama profondamente la sua creatura e la difende a spada tratta, scadendo talvolta in meschinità dovute più alla sua immaturità che alla malafede. Il conflitto tra libertà e sicurezza si manifesta anche nella sua volontà di essere pienamente responsabile della sua vita, aspettandosi però ancora l’appoggio del “babbo” e della famiglia d’origine, con la quale non ha ancora tagliato del tutto il cordone ombelicale.

Eppure, Oberdan lotta, fa esperienza, forma il suo carattere, non sa esattamente ciò che vuole, ma cerca la sua identità, il suo posto nel mondo. Ci vorrà ancora del tempo, prima che Oberdan smetta di lamentarsi e diventi uomo, dovrà prendere ancora qualche bastonata dalla vita.

Tutto sommato, una storia autentica e sentita, un finale aperto, come piace a me, nella speranza che la vista, la vita, gli si schiarisca sempre di più e impari a combattere lealmente, anche contro delle carogne come l’assessore Brasile. E chissà se un giorno La Bionda sarà la sua musa e, in parte, contribuirà a rimettere insieme i cocci della sua personalità scissa.

Complimenti all’autore, Francesco Berni, come esordio non c’è male. Per aspera sic itur ad astra!  

Oberdan si lamentava , un libro che non dovrebbe mai mancare nelle vostre librerie.

Sempre che ne abbiate una, eh.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...